I vantaggi dei CFD

Nel trading online i CFD sono molto utilizzati, in questo articolo vi andremo a spiegare cosa sono e come funzionano. Intanto definiamo cosa siano i CFD o meglio detti Contract for Difference, oramai moltissimi investitori sia grandi che piccoli si sono rivolti ai CFD per fare le loro contrattazioni. Quando il trader sceglie di utilizzare i CFD non va ad acquistare un’azione fisicamente, ma ci specula sopra. Ovvero si investe in uno strumento finanziario il cui prezzo dipende dal sottostante.

Cosa sono i CFD

I CFD come abbiamo detto in precedenza, sono dei contratti che vengono stipulati tra il trader e il broker. I CFD sono degli strumenti derivati che vengono utilizzati per scambiare altri prodotti finanziari, senza realmente possederli. I CFD sono molto concorrenziali proprio perché non acquistando le azioni o la Criptovaluta in se, ma speculandoci sopra, i CFD sono alla portata di tutti. Questi strumenti di trading online in sintesi sono strumenti di negoziazione (Azioni, Indici, Materie Prime, ecc) che verranno scambiati secondo le reali condizioni di mercato, perciò il guadagno e la perdita rispecchierà di conseguenza la differenza tra il prezzo di acquisto e vendita.

Quali sono i vantaggi dei CFD

I CFD presentano molti vantaggi ecco perché sono molto richiesti ed utilizzati. Questo prodotto presenta molte attrattive, di seguito ve le esplicheremo in modo semplice:

  • I CFD consentono di massimizzare il potere inerente all’acquisto, andando a pagare solamente una piccola percentuale, questo perché i CFD sono prodotti che si avvalgono della Leva Finanziaria.
  • I contratti per differenza permettono ai trader di generare profitto in ogni situazione, sia che il prezzo cali o salga.
  • Si possono scambiare i CFD sulle Azioni, sugli Indici , sulle Valute e sulle Materie Prime.

Come investire tramite i CFD

Per investire sui CFD è necessario iscriversi su una piattaforma di trading online. In tutte le piattaforme è possibile trovare i CFD, prima di iscriversi ad un broker è opportuno verificare che sia certificato. Le certificazioni che attestano la sicurezza del broker sono le seguenti : La CySEC e la CONSOB, queste sono le principali. Entrambi questi Enti sono rivolti alla tutela finanziaria degli investitori e monitorizzano la trasparenza dei broker.

Una volta inscritti al broker, possiamo iniziare la contrattazione tramite i CFD. I CFD come abbiamo detto in precedenza si avvalgono dell’Effetto Leva, ora vi spiegheremo cosa sia l’Effetto Leva con un semplice esempio.

Leggi l’articolo di Come scegliere il broker di trading online

Cos’è la leva finanziaria

Attraverso la Leva Finanziaria il trader avrà la possibilità di acquistare o vendere un’attività finanziaria ad un prezzo superiore al capitale posseduto. Ora vi poniamo un esempio pratico di Leva Finanziaria per comprendere meglio il concetto.

Mario ha 100 Euro che vuole investire in Oro, con la Leva Finanziaria le aspettative di guadagno o perdita sono del 30%, questo vuol dire che se il prezzo dell’Oro sale Mario avrà guadagnato 30 Euro, per un totale di 130 Euro, invece se il prezzo dell’Oro scende Mario si ritroverà ad avere 70 Euro. Questa è una classica speculazione.

Invece se noi volessimo investire una cifra che in verità non abbiamo, ad esempio se oltre i nostri 100 Euro volessimo investirne altri 900, a questo punto l’investimento avrebbe un’altra articolazione, perché si rifarebbe all’effetto Leva Finanziaria. In questo caso la Leva Finanziaria sarebbe da 10 a 1, perché Mario investe 1000 ma ne possiede solamente 100, se il prezzo dell’Oro sale del 30% a quel punto Mario andrebbe ad avere 1300. Dei 1300 Euro Mario restituisce i 900 presi in prestito dal broker e il suo guadagno effettivo sarà di 300 Euro, anche se il suo capitale iniziare era di 100 Euro.

Conclusioni

Quando si fa trading CFD è opportuno utilizzare degli strumenti che i broker ci mettono a disposizione, questi strumenti tutelano i trader da perdite eccessive. Uno dei due strumenti è lo Stop Loss.

Lo Stop Loss è quella funzione che tutela i trader da perdite eccessive, l’investitore imposterà un limite, dopo il quale la posizione verrà chiusa in automatico. Non è altro che un ordine limite dopo il quale il broker chiuderà la determinata posizione.

Grazie a questo comando i trader possono avere una gestione consapevole delle perdite.

 

 

 

 

AngeloDiPorto

Esperto in finanza e trading online, laureato presso La Sapienza università di Roma Economia, organizzazione aziendale e struttura di impresa.